DANZA IMMOBILE

Percepisco nella tensione del silenzio

l’improvviso volto

di una danza immobile,

illuminato dalla marmorea luce

di una fragile follia.

È vinto ogni limite

dalla certosina diligenza

della buia anima,

impresso nella memoria

le cose che ho perduto.

MARIO MANCINI

Condivide nella piattaforma della tua preferenza!